Sabato 5 Aprile 2008 borgo natio/Italia libera

da un uomo libero per chi libertà ama

Canto di Libertà


troppo conta libertà
per tenerla un padrone
e lasciarla deperire
in catene da colonie

la mia voce solo chiede
di non essere distorta
che abbia spazio pure lei
senza elevarne i toni

in momento delicato
la tentenna non è sana
e non posso certo io
rimanere miope e muto

libertà non è faccenda
da gestire con mercato
come fossero patate
da offrire in un banchetto

IO son libero lo sono
di pensiero e voce mia
ma soltanto in uno spazio
che rispetti lìbertà vera

e coscienza mi costringe
a levare la mia voce
serva nulla o poco uguale
non la posso trattenere

quel che pensi non è tuo
tutto intero di te solo
sono i fatti che lo fanno
a cui devi darne conto

ma i fatti quelli veri
tu non li conoscerai
sol notizie e diverse
e sta a te selezionar

le notizie sono tutto
per decidere da te
e non puoi valutarle
tutte franche come sei


se c'è uno che controlla
quali dare e come darle
ti può far fare di tutto
e far creder tua sua voglia

in democrazia c'è un tempio
che ha bisogno di attenzioni
che per te fa informazione
quelle formano opinioni

questo tempio ora è sporcato
da interessi lì intrusi
e c'è sempre un interesse
che sol i puri sanno azzittire

e non c'è democrazia
che abbia un coro sì sonante
che le canta sol per uno
sol per dare a lui l'aggio

e sarebbe ancor accetto
se quel coro lo credesse
ma sta lì perché al soldo
di chi paga per sé notizie

e ne avrebbe ancor licenza
se vantaggio desse a patate
e lasciasse tutto il resto
senza far comodi propri

mentre dice cose sconce
se ti vuol fare pensare
che chi paga lui il suo coro
è adatto a governare

questo pensano sicuro
molti liberi italiani
e non c'entrano le idee
che quel coro tratta male

deve il coro vigilare
su chi prende il timone
e non può il timoniere
controllar lui sé stesso


io rispetto le altre idee
anche se non condivido
ma non è in modo baro
che si ottiene la ragione

si otterrà solo avversione
e farai cattivo affare
se le idee spingi a forza
su chi vuole ragionare

c'è governo rispettato
se una parte gli dà zero?
come fa a ben governare
con rispetto solo un fratto?

qui si crean divisioni
si acuiscono contrasti
se si affermano le idee
sostenute per il soldo

chi per sé ha fatto fortuna
non è sempre il più adatto
a far questa per lo stato
che non tratta sol patate

se l'ascesa al governo
è viziata alla sua base
da notizie assoldate
sorgeran solo problemi

problemi sono tanti
con un altro capitale
li puoi solo aumentare
e portar pure altri guai

chi il tempio costruisce
non ne nomina i ministri
che il tempio vuole puri
che non canti gli interessi

l'interesse personale
in quel tempio non ha posto
e l'effetto è devastante
di un ministro abusivo


non dar credito al pastore
che usa stoffa di suo sarto
e mantiene pelo di lupo
sotto tinte apparenze

non passar facile sopra
a questioni di principio
ché i principi sono tutto
se ne hai e li rispetti

se difesi vuoi interessi
non vuol dir ne abbia cura
chi ti dice a cuor li tiene
dice quel ti piace udir

ed è questo il losco inganno
dar contento a tutti un po'
per aver grande supporto
e del tutto scienza niente

se tu metti alla rinfusa
tori galli lepri e capre
sai si possa fare e bene
accordare i loro versi?

ed è questo il mestier suo
vender beni di ogni tipo
se di quelli il suo è sicuro
senza cura del pasticcio

sbagli a credere il più ricco
il più adatto alla scelta
ché se è ricco ha lì il difetto
sceglie sempre prima per sé

prima il suo e poi il resto
se di resto ancor ce n'è
e scordarlo saprà mai
non sarebbe lui sì ricco

quel che chiedo
è semplice è netto
l'uomo libero
non ne ha dubbio


se a vera libertà tieni
leva orecchio alle notizie
delle voci sì sgraziate
perché quelle son comprate

mezzi ne abbiano tanti e potenti
per crescer tutti aggiungendo bene
sol che ci sia rispetto comune
per vivere insieme virtuosamente

passata storia e pure recente
insegna a tutti e va ascoltata
che non curar lìbertà vera
porta sol guai che altri ne danno

la mia libera voce sincera
è per difendere libertà vera
per tutti gli uomini veri di cuore
che hanno a cuore la libertà

e se apprezzi lìbertà giusta
e non ti urto coi miei versetti
puoi diffonderli tu corretto
te ne do licenza e tutta


un uomo libero


sabato 5 Aprile 2008

per i commenti

leftFREE Jerry Masslo II